Articoli pubblicati nella categoria: Scuola
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – Pratiche di cultura del contraddittorio nella scuola italiana: Il progetto ‘A suon di parole – Il gioco del contraddittorio’
Schermata 05-2458999 alle 13.04.03

di Paolo Sommaggio – Chiara Tamanini
Il progetto ‘A suon di parole – Il gioco del contraddittorio’ ha evidenziato come il confronto dialettico, vissuto come una competizione sportiva, sia in grado di promuovere negli studenti il desiderio e la capacità di confrontare i propri ragionamenti con quelli degli altri. Scopo del “gioco educativo” è di sviluppare l’autonomia di pensiero nei giovani, aumentarne la interazione e la coesione sociale. Il dibattito, se svolto secondo un’ispirazione socratica, prepara infatti i cittadini di domani.

.
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – Pratiche non prediche
Schermata 05-2458995 alle 11.14.58

di Orazio Niceforo
Quella di cui si parla di meno, ma che dovrebbe essere la principale finalità dell’EC, è l’educazione alla cittadinanza democratica, che si fonda sulla conoscenza e sul rispetto delle regole di convivenza frutto di una maturazione personale legata a pratiche esperienziali più che alla conoscenza di norme che se non diventano vita vissuta restano astratte, mute. Per questo, almeno per quanto riguarda la scuola secondaria superiore, andrebbe incoraggiata, con la ripresa delle attività scolastiche a settembre, l’utilizzazione dei ‘Percorsi per le competenze trasversali e per l’orientamento’ (PCTO, la sigla che ha sostituito l’ASL, Alternanza Scuola Lavoro) in forma di esperienze di EC praticate.

.
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – Educazione e cittadinanza in tempi di crisi della democrazia
Schermata 05-2458981 alle 19.31.53

di Loredana Sciolla -
Più i cittadini sono istruiti e informati meno sono manipolabili. Ma gli sforzi maggiori devono essere indirizzati a promuovere l’educazione alla cittadinanza democratica spiegando come questa sia cambiata nel tempo e come recuperare il senso di una cittadinanza attiva ed esigente non solo attraverso la sua istituzionalizzazione nel curriculum come materia specifica di insegnamento, ma attraverso tutti i mezzi disponibili: dalla diffusione delle buone pratiche all’uso informato e critico dei nuovi media, dalla promozione di contesti che sviluppano l’interazione e il senso di comunità, allo sviluppo dell’attitudine al ragionamento e all’argomentazione.

.
STORIE DA LEGGERE E RACCONTARE: Apprendere i valori quando gli insegnanti non sono un buon esempio.
Schermata 05-2458988 alle 17.39.20

Recensione di “ASCOLTA IL MIO CUORE” di Bianca Pitzorno – a cura di Paola Benadusi Marzocca (esperta di editoria per bambini e ragazzi) –
I fatti narrati nel romanzo sono realmente accaduti nella scuola elementare frequentata dalla Pitzorno in Sardegna. La maestra è rappresentata proprio com’era, un esemplare umano che sapeva insegnare a scrivere e a leggere, ma non a capire ed educare i suoi alunni al rispetto degli altri e alla conoscenza di se stessi.

.
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – Reintroduzione dell’educazione civica e insegnamento di “questioni controverse”
Schermata 05-2458982 alle 12.20.22

di Alessandro Cavalli
Dobbiamo chiederci perché tutti i tentativi di introdurre l’educazione civica hanno incontrato difficoltà così persistenti.
Per comprendere il passato e il presente di questo Paese, non si può evitare di affrontare “questioni controverse”, sulle quali è legittimo avere opinioni diverse e persino contrastanti. Se gli insegnanti non hanno strumenti didattici adeguati per affrontare le questioni controverse, tenderanno inevitabilmente ad evitarle e avranno anche buone ragioni per farlo, perché altrimenti metterebbero in moto dinamiche che poi non sarebbero più in grado di controllare. D’altronde che non ci siano reali opportunità per portare in classe la natura controversa e problematica della realtà politica e sociale al di fuori della scuola è probabilmente uno dei fattori che spiegano il disinteresse e l’apatia di molti giovani nei confronti della scuola.

.
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – L’anno prossimo, l’Educazione Civica in tutte le scuole italiane. Perché occorre occuparsene fin d’ora
Schermata 04-2458962 alle 14.15.25

di Giunio Luzzatto

Potrebbe apparire fuori tempo, in un momento nel quale si stanno ancora dibattendo le procedure con le quali si concluderà l’attuale anno scolastico, esaminare le modalità con le quali nell’anno prossimo si dovrà non solo recuperare qualche cosa di ciò che in quest’anno non si è riusciti a completare, ma addirittura procedere a una importante innovazione. Peraltro, si dice spesso che proprio le crisi possono dare uno stimolo a non limitarsi a ripristinare, puntando invece a miglioramenti.

.
DIBATTITO EDUCAZIONE CIVICA ORA – L’educazione contro la post-democrazia
index

di Luciano Benadusi

La rivista Scuola Democratica-Learning for Democracy ha posto da sempre al centro del suo impegno intellettuale, in coerenza con il lascito di John Dewey, il filosofo e pedagogista americano autore di Democrazia e educazione (1963), la relazione fra educazione e democrazia. A maggior ragione è chiamata a farlo oggi davanti ad una grave sintomatologia di crisi della democrazia, perfino nei paesi che storicamente ne erano stati la culla.

.
CHIAMATA AL DIBATTITO : EDUCAZIONE CIVICA ORA – Un’opportunità decisiva da giocare, oggi più che mai
imgtreages

Quest’anno è cruciale per definire il modo in cui nelle scuole sarà vissuto concretamente l’insegnamento di Educazione Civica, dopo l’entrata in vigore della legge 92/2019 con un inusuale e altissimo consenso in parlamento. Cosa questo insegnamento diverrà nella vita concreta delle scuole, nel percorso di apprendimento e nelle vite degli studenti e delle studentesse dipende ora da una molteplicità di attori. Vi invitiamo a contribuire al dibattito su Learning4.it, il blog di Scuola Democratica.

.
STORIE DA CONOSCERE E RACCONTARE – Quando si mette in gioco Rodari
Gianni Rodari amb Nens

di Piero Valentini
E’ facile in questo periodo imbattersi in un’infinità di articoli che commemorano Gianni Rodari, dato che proprio questi giorni corrispondono al suo centenario. Sarebbe utile, almeno in questo momento di picco di attenzione verso Rodari, sganciarsi dalla tentazione di contemplarlo, per provare a dare maggiore importanza al suo contributo per la scuola, per l’apprendimento. In questo senso rimettere in gioco Rodari. Il suo scopo nelle scuole non era infatti quello di farsi ammirare come scrittore ma insegnarci che nella società dell’intrattenimento possiamo essere non solo consumatori.

.
Mobilità studentesca internazionale e borse di studio: quale impatto?
mobilità-3

A cura di Fondazione Intercultura

All’interno del processo di internazionalizzazione della scuola, la mobilità studentesca internazionale rappresenta un fenomeno strutturale in continuo aumento. Sempre più studenti, decidono di arricchire il proprio percorso italiano di studi con un’esperienza formativa in un paese diverso. La quasi totalità di chi svolge l’esperienza all’estero dichiara che essa ha avuto un impatto decisivo sulla propria vita e che non avrebbe potuto parteciparvi senza una borsa di studio.

.
Gli Atti di EDUCATION AND POST-DEMOCRACY, la Prima Conferenza Internazionale della rivista “Scuola Democratica”
Schermata 11-2458806 alle 18.14.45

Sono stati pubblicati gli Atti della Prima Conferenza Internazionale della rivista “Scuola Democratica”, che si è svolta a Cagliari nei giorni 6,7 e 8 giugno 2019. L’obiettivo della Conferenza era riunire ricercatori, decisori e educatori di tutto il mondo per studiare i concetti di “educazione” in un’era di “post-democrazia” in cui gli studiosi sono chiamati ad affrontare e contrastare nuove forme di democrazia autoritaria. Qui i link aperti e gratuiti ai tre volumi.

.
Il ’68 e l’istruzione. Prodromi e ricadute dei movimenti degli studenti
Schermata 05-2458606 alle 11.06.20

Benadusi Luciano, Campione Vittorio, Moscati Roberto (a cura di)

Il ’68, almeno per quanto attiene al campo dell’istruzione, è stato sì un momento di rottura con il passato, un breaking point, ma ha avuto le sue pre-condizioni e i suoi prodromi nel periodo precedente, e molte ricadute sul periodo successivo.

.
In libreria: “Le competenze. Una mappa per orientarsi” Ed. Il Mulino
Schermata 07-2458310 alle 13.34.30 picolo

Benchè il termine competenza rimandi ad un concetto ormai ricorrente nel linguaggio comune come in quello scientifico, politico e professionale, non disponiamo ancora di un significato preciso e univoco. La Fondazione Agnelli ha affidato ad un gruppo multidisciplinare il compito di esplorare i significati del termine in diversi settori disciplinari.

.
Il nuovo numero di Scuola Democratica
Schermata 06-2458271 alle 11.44.10

E’ on line e in libreria il nuovo numero di Scuola Democratica, la rivista scientifica dedicata a Apprendimento, Scuola, Università, Formazione, Lavoro.

.
Manifesto per un’alternanza di qualità
Schermata 05-2458263 alle 15.19.39

di Percorsi. L’italia in movimento

L’alternanza scuola lavoro è un’occasione da non perdere per trasformare la scuola e migliorare il suo rapporto con il territorio e con il mondo del lavoro.
Per questo rivolgiamo un appello a tutte le forze politiche e alle istituzioni: chiediamo che la normativa vigente venga attuata e migliorata, ma che non si torni indietro.

.
Alternanza scuola lavoro: come non farsi sfruttare e preparare il futuro
ducati

di Francesco Pastore e Valentina Magri – Nell’alternanza scuola lavoro non ci sono solo “cose terribili”. Non tutti sanno che a ispirare la legge n. 107 del 2015 che ha reso obbligatoria l’alternanza scuola lavoro è stata una famosa impresa del settore motociclistico. Siamo andati a vedere da vicino come funziona.

.
Un resoconto su Neeting 2, convegno internazionale sui NEET
Schermata NEET dim giuste 12-2458107 alle 10.42.10

di Domenico Dodaro
I neet sono persone, per lo più giovani, disoccupate e che non studiano (il termine neet è l’acronimo di Not in Education, Employment or Training). Il 1 Dicembre si è tenuto a Milano al centro congressi di Fondazione Cariplo un convegno internazionale sui neet organizzato da Fondazione Cariplo, l’Istituto Giuseppe Toniolo di Studi Superiori e l’università Cattolica del Sacro Cuore. Come si evince dal titolo del convegno, Neeting 2, convegno internazionale sui NEET, si è trattato di un secondo appuntamento.

.
NEET Italia: “ricette” sul tavolo per invertire la tendenza
Schermata NEET dim giuste 12-2458107 alle 10.42.10

di Valentina Magri
Transizione scuola-lavoro e servizi per l’impiego. Un convegno a Milano ha fatto il punto su cause e provvedimenti del fenomeno negativo

.
La scuola della fuga bianca
fuga bianca

di Fiorella Farinelli (esperta di politiche scolastiche)

White flight è uno studio sulle scuole dell’obbligo di Milano del Dipartimento di Architettura e Studi Urbani del Politecnico che analizza le cause della crescente polarizzazione in istituti scolastici distinti di bambini e ragazzi di estrazione sociale e provenienza etnica omogenea.

.
Investire in capitale umano per stimolare la crescita
Schermata 09-2458018 alle 11.32.50

di Floro Ernesto Caroleo e Francesco Pastore

Per commentare l’andamento del mercato del lavoro i mass-media e i politici citano i tassi di disoccupazione. In verità già i confronti tra le regioni europee su questi dati sono di per sé impietosi e tuttavia non danno una misura esatta del divario “strutturale” che esiste tra i vari paesi e tra le due parti del paese. Il motivo principale per cui il tasso di disoccupazione non può essere considerato un indicatore del divario strutturale è che, per come è definito e costruito, esso è piuttosto un indice congiunturale del mismatch tra domanda e offerta di lavoro.

.